Zora's Domain - News from the Net

megustaH
Avatar

Accept what you can't change, change what you can't accept.

Group:
Administrator
Posts:
34
Location:
Nexus

Friends

Tag Board
  1.   8/6 13:28 Bellis: *applaude*
  2.   8/6 12:34 .:TheSlasher:.: Blog in fase di rinnovamento!

Smilies

Name:

 

1 user(s) online
F_ACTIVE
1 guests
0 members
0 Anonymous Members
[ View Complete List ]

Groups' legend:
[Indigogos]

Last comments
11/6 19:59: Bellis in Base Nitrome chiama Terra!


Statistics
F_ACTIVE
Zora's Domain - News from the Net have:
7 articles, 5 comments, 4 members,
653 total visits, 8 visits this month

The newest member is Corvo

Most users ever online was 12 on 6/9/2012, 11:04


Calendar



B_NORM    
view post Posted on 14/10/2011, 22:09 by: megustaHQuote|
Questo è qualcosa di EPICO.
Si tratta di un "video musicale" prodotto utilizzando un Game Boy Color, ma non la classica musica 8bit.
Guardate e stupitevi.



La traccia è scaricabile da qui.


Buon ascolto :D


Tags:
cazzate,
giochi,
musica
Comments: 0 | Views: 25Last Post by: megustaH (14/10/2011, 22:09)
 


B_NORM    
view post Posted on 9/6/2011, 20:28 by: megustaHQuote|

Oggi, 9 Giugno 2001, è il 96° anniversario della nascita di...

Lester William Polfuss in arte Les Paul

image


"Les Paul nasce nei pressi di Millwuakee, Wisconsin (USA), il 9 giugno 1915. Sua madre, Evelyn Stutz, era famosa in quanto imparentata con i creatori e gli sviluppatori della Stutz Bearcat, automobile sportiva che tanti successi ottenne nel periodo antecedente la Prima Guerra Mondiale.
La carriera di Les Paul comincia da giovanissimo. All’età di 8 anni, infatti, possiamo scovarlo intento ad esercitarsi all’armonica prima e poi al banjo, per poi dedicarsi, definitivamente, alla chitarra. Di questo periodo è la prima invenzione del piccolo Lester, un reggi-armonica da collo, grazie al quale poteva suonare l’armonica e, contemporaneamente, accompagnarsi con la chitarra.
All’età di soli 13 anni, risalgono le sue prime apparizioni in pubblico, in qualità di musicista country, e le sue prime sperimentazioni tecniche: suonando, principalmente, nei drive-in luoghi all’aperto e chiassosi, e desideroso che quante più persone possibili lo potessero ascoltare, ebbe la brillante idea di collegare un fonografo ad un altoparlante, amplificando così, di gran lunga, il volume delle sue esibizioni.
Da questo momento in poi, la sua carriera, sia in campo prettamente musicale, che in campo ingegneristico, sarà tutta in ascesa e non conoscerà più interruzioni.
Si unirà, prima, ai Wolverton’s Radio Band, attivi sulla KMOX d St. Louis, poi, all’età di soli 19 anni, lascerà gli studi per trasferirsi a Chicago, dove inciderà i suoi due primi brani: uno col nome di Rhubarb Red (l’alter ego con il quale diverrà famoso nell’ambiente hillbilly) e uno che servì d’accompagnamento alla cantante blues Georgia White.
In questo periodo, forse anche alla conoscenza casuale che fece di Django Reinhardt, del quale poi diverrà amico tanto da stargli vicino fino alla morte e a riceverne in cambio un sontuosa Selmer Maccaferri, si avvicinerà al jazz.
In seguito, trasferitosi a New York insieme a Jim Atkins e Ernie Newton, con i quali formerà un trio che divenne anche abbastanza famoso, si rese conto della mancanza di qualità che affliggeva le chitarre acustiche del tempo e decise di sperimentare, inizialmente privatamente e poi per la Epiphone. Il risultato fu un chitarra chiamata The Log, basata sulla Epiphone, ma con alcune implementazioni e migliorie tecniche che risolsero, in maniera praticamente definitiva, alcuni dei maggiori problemi delle chitarre acustiche dell’epoca, cioè i fastidiosi feedback, e la mancanza di potenza.
Il progetto fu presentato dallo stesso Les Paul alla Gibson, nota marca produttrice, ma la dirigenza lo scartò, considerando il prodotto troppo innovativo e, quindi, di non sicura commercializzazione.
Allo scoppiò delle Seconda Guerra Mondiale fu reclutato dall’esercito per servire lo Stato p...

Read the whole post...



Tags:
Gibson,
Les Paul,
musica
Comments: 0 | Views: 45Last Post by: megustaH (9/6/2011, 20:28)
 

B_NORM    
view post Posted on 9/6/2011, 15:51 by: megustaHQuote|

Dopo la separazione del team di traduzione italiano
e dopo svariati ripensamenti, a quanto pare
cala il sipario sull'edizione italiana
di Dungeons and Dragons.


image



"Come annuncia il sito Infoludiche (una delle migliori fonti informative professionali sul gioco in generale e sui giochi di ruolo in particolare), dalle pagine web di MM25, editore italiano di Dungeons and Dragons IV Edizione sono scomparse tutte le nuove uscite riguardanti D&D.
La scomparsa non riguarda solo il 'front end' pubblico, ma anche la sezione riservata ai negozianti, che permetteva di visionare con largo anticipo le uscite.

Anche la preannunciata Cripta dei Mostri, che risulta già tradotta, è sparita dalle prenotazioni; questo, insieme alla notizia di qualche settimana fa che annunciava la "cessata collaborazione" tra l'editore e i traduttori storici di D&D in Italia (Fiorenzo delle Rupi e Marco Crosa), significa la fine certa dell'edizione italiana della IV edizione.

La IV Edizione di D&D non è certo famosa per il suo successo commerciale: anche in altri Paesi le vendite hanno subito un tracollo, vuoi per il momento economico, vuoi per la grossa differenza rispetto alle edizioni passate. In Francia le vendite di D&D sono ampiamente superate da quelle di Pathfinder, che è una 'rielaborazione' dell'edizione precedente di D&D, e in Germania l'edizione tedesca è stata sospesa quasi immediatamente.

Tra l'annuncio della chiusura di Vampiri, le voci di cessazione della pubblicazione dell'eccellente Runequest e le uscite rare e lontane tra loro di Pathfinder, resta in attività a malapena una manciata di 'grandi classici': Rolemaster (nella sua incarnazione 'light', HARP), Traveller (anch'esso con poche uscite però), il nostrano Sine Requie...
C'è da sperare che qualcuno raccolga la fiaccola del caduto D&D e riprenda la pubblicazione, perlomeno, degli Essentials, i manuali che permettono un approccio facile al gioco."

Tags:
Dungeons&Dragons,
giochi
Comments: 0 | Views: 98Last Post by: megustaH (9/6/2011, 15:51)
 

B_NORM    
view post Posted on 8/6/2011, 12:47 by: megustaHQuote|
"Prosegue indisturbato il fenomeno Marvel degli X-Men, questa volta facendoci inoltrare nel passato turbolento dei personaggi più noti al pubblico. Difatti il film non è che il prequel dell’amata trilogia, un viaggio alla scoperta delle misteriosi origini dei protagonisti e degli eventi epici che hanno scritto la storia del celebre fumetto.


image

CITAZIONE
Titolo originale: X-Men: First Class

Nazione: U.S.A.

Anno: 2011

Genere: Azione, Fantastico

Durata: 132’

Regia: Matthew Vaughn

Sito ufficiale: www.x-menfirstclassmovie.com

Cast: Alice Eve, Aaron Johnson, James McAvoy, Michael Fassbender, Nicholas Hoult, Jennifer Lawrence, Rosamund Pike, Lucas Till, Caleb Landry Jones

Produzione: Bad Hat Harry Productions, Donners’ Company, Twentieth Century Fox Film Corporation

Distribuzione: 20th Century Fox

Data di uscita: 08 Giugno 2011 (cinema]

Da un’idea di Bryan Singer e diretto da Matthew Vaughn, X-Men: L’inizio si inserisce bene all’interno del suo stesso filone non deludendo le grandi aspettative del proprio pubblico, decisamente non di nicchia. Nel panorama degli anni ’60, quando il mondo era ancora ignaro dell’esistenza dei mutanti, e prima di diventare rispettivamente il Professor X e Magneto, Charles Xavier (James McAvoy) e Erik Lensherr (Michael Fassbender) erano due giovani ragazzi che stavano appena per scoprire i propri poteri e ad imparare a controllarli.

Inizialmente uniti da un inscindibile legame di amicizia, prima di essere gli eterni nemici per eccellenza che conosciamo, Charles e Erick collaboravano con altri mutanti sotto il governo degli Stati Uniti, durante la crisi dei missili di Cuba, per combattere la più grande minaccia che la Terra avesse mai affrontato fino ad allora, una vera e propria apocalisse, rappresentata da una Guerra Fredda tra Russia e USA, che avrebbe spinto l‘uomo sul baratro di una battaglia nucleare. In seguito il forte legame dei due protagonisti si romperà a causa dei differenti ideali generati dalla consapevolezza del loro potere illimitato; infatti, da un lato Xavier crede fermamente nella pacifica convivenza tra la propria specie e la razza umana, mentre Lensherr nutre un odio profondo per quest’ultima, condannandola al dominio assoluto degli stessi mutanti.

In questo capitolo, che segue una dimensione epica pur mantenendo i canoni di un avvincente film di fantascienza moderno, Vaughn fa notare che questa volta si è voluto maggiormente dare spazio al complesso carattere psicologico e idealistico dei personaggi, riuscendo a modellare i loro tratti più personali,...

Read the whole post...



Tags:
film,
fumetti,
marvel,
X-Men
Comments: 0 | Views: 31Last Post by: megustaH (8/6/2011, 12:47)
 

B_NORM    
view post Posted on 8/6/2011, 12:29 by: megustaHQuote|
"Nintendo ha presentato, durante la conferenza all’E3, la nuova home console, chiamata con il nome di Wii U. In realtà, più che la console, hanno mostrato il nuovo controller e le sue capacità, che andrà ad aggiungersi ai “vecchi” WiiMote e classic controller: la caratteristica principale sarà l’implementazione di uno schermo touch screen da 6.2 pollici, che servirà a "portare" il gioco oltre lo schermo della tv, sfruttandolo ad esempio a mo di menù, come schermo per alcuni mini-giochi, per visualizzare il browser internet e l’interessante caratteristica che permette di trasportare il gioco attualmente sulla tv nello schermo del controller.

image

Ecco le specifiche tecniche e quant'altro, più una lista dei giochi prossimamente disponibili per la console.

CITAZIONE
Launches: 2012

Size: Approximately 1.8 inches tall, 6.8 inches wide and 10.5 inches long.

New Controller: The new controller incorporates a 6.2-inch, 16:9 touch screen and traditional button controls, including two analog Circle Pads. This combination removes the traditional barriers between games, players and the TV by creating a second window into the video game world. The rechargeable controller includes a Power button, Home button, +Control Pad, A/B/X/Y buttons, L/R buttons and ZL/ZR buttons. It includes a built-in accelerometer and gyroscope, rumble feature, camera, a microphone, stereo speakers, a sensor strip and a stylus.

Other Controls: Up to four Wii Remote™ (or Wii Remote Plus) controllers can be connected at once. The new console supports all Wii™ controllers and input devices, including the Nunchuk™ controller, Classic Controller™, Classic Controller Pro™ and Wii Balance Board™.

Media: A single self-loading media bay will play 12-centimeter proprietary high-density optical discs for the new console, as well as 12-centimeter Wii optical discs.

Video Output: Supports 1080p, 1080i, 720p, 480p and 480i. Compatible cables include HDMI, component, S-video and composite.

Audio Output: Uses AV Multi Out connector. Six-channel PCM linear output through HDMI.

Storage: The console will have internal flash memory, as well as the option to expand its memory using either an SD memory card or an external USB hard disk drive.

CPU: IBM Power®-based multi-core microprocessor.

Other: Four USB 2.0 connector slots are included. The new console is backward compatible with Wii games and Wii accessories.
Games announced: Smash Brothers, Battlefield 3, Batman: Arkham City, Assassin’s Creed, Ghost Recon Online, Darksiders II, Dirt, Aliens: Colonial Marines, Metro: Last Light, Tekken, Ni...

Read the whole post...



Tags:
Nintendo,
Wii,
Wii u
Comments: 0 | Views: 23Last Post by: megustaH (8/6/2011, 12:29)
 

B_NORM    
view post Posted on 8/6/2011, 12:17 by: megustaHQuote|
Dal live blog LegaNerd:

"Per chi non ha storto il naso sulla fredda, nordica (che per un sudafricano…), linearità di Warren Louw, ecco un disegnatore digitale (e non) il cui uso, se mi concedete il termine, caravaggesco della luce lo rende davvero degno del titolo di Signore delle Tavolette.

DanDosSantos
Introduciamo l'americano Dan Dos Santos.



Danny ha lavorato per la Wizard of the Coast (e per chi la possiede ha anche illustrato la carta Aeon Chronicler di Magic). Nel suo portfolio troviamo anche Disney, Universal Studios, Saatchi & Saatchi, The Greenwich Workshop, Penguin Books e anche DC Comics.

06_08_2009_0898972001249547188_dan-dos-santos



Dan comincia a dipingere al college e la sua straordinaria tecnica si evince dal video di speed painting (qui), dove realizza la sua Warbreaker con pennelli dove il Cmd+Z è solo un lontano ricordo. Nei suoi lavori a tavoletta, sempre realizzati da un modello di partenza a olio o acquerello, l’attenzione cade certamente sui volti e sui corpi così meravigliosamente illuminati, rendendoli quasi iper-realistici.
I tempi medi per ogni illustrazione vanno dalle 2 alle 3 settimane (a seconda poi delle esigenze dei vari clienti)."


Se volete inviargli una carta Magic: The Gathering da fargli autografare, potete farlo da qua
!

Edited by megustaH - 30/10/2011, 00:31
Comments: 0 | Views: 61Last Post by: megustaH (8/6/2011, 12:17)
 

Search:

 


Skin realizzata da ¬sasy.v™

Distribuita dallo YuGiOh This is It